BIEMME PRESENTA UN NUOVO RIVOLUZIONARIO FONDELLO: IL GARUN BIOMECCANICO

I PRODOTTI F.I.R (FAR INFRARED) DI BIEMME
14 maggio 2017
Biemme parteciperà al Bike Shop Test Tour, prova il GARUN Biomeccanico
25 settembre 2017
Biemme presenta il primo prodotto nato dalla collaborazione tra l’azienda vicentina e il genio del Dr. Mauro Testa: il GARUN Biomeccanico, un nuovo e innovativo prodotto che farà la storia del ciclismo.

Il GARUN Biomeccanico è brevettato e prodotto internamente con le più alte tecnologie a oggi conosciute nella costruzione di fondelli.

Alle già conosciute caratteristiche della fortunata serie GARUN che ricordiamo essere:

- alta traspirabilità e antibatterico – il guscio interno del fondello è composto da un tessuto antibatterico e traspirante bi-elastico privo di termosaldature per avere un effetto pelle a contatto del corpo. Inoltre, i vari strati che lo compongono sono perforati in maniera asimmetrica, il che permette una migliore traspirazione mantenendo la parte sottostante il fondello asciutta e raffreddata;

- anatomicità e adattabilità – avendo il fondello libertà di movimento, lo stesso si adatta alla posizione dell’atleta in bici velocizzando l’uscita e l’entrata in sella;

- massimo comfort – l’imbottitura è applicata nella parte sottostante del fondello in modo da non avere cuciture o piega al contatto del corpo;

- antiscivolo e resistente – il trattamento in materiale ceramico sulla zona del cavallo migliora la resistenza all’abrasione del tessuto e i problemi legati allo scivolamento sulla sella;

si aggiungono tecnologie e caratteristiche che lo rendono un fondello unico nel suo genere, scopriamole insieme:

- personalizzabile – il GARUN Biomeccanico è personalizzabile secondo le esigenze fisiche e funzionali in quanto è fornito con 16 inserti intercambiabili (4 per area) di spessore variabile da 1mm a 4mm anche sovrapponibili tra loro. Questi spessori, a seguito di visita biomeccanica o attraverso uno speciale coprisella dotato di sensori, fornito dall’azienda, possono essere inseriti e disinseriti in corrispondenza delle tuberosità ischiali e sotto perineale, nel caso di scompenso tra lato destro e lato sinistro. Questo significa miglior distribuzione dello sforzo e più efficienza nella pedalata;

- compensazione – gli spessori del GARUN Biomeccanico compensano differenze di forma anatomica dell’ischio destro verso il sinistro e viceversa. Grazie alla compensazione si ha, inoltre, una riduzione degli atteggiamenti scoliotici da seduto;

- tridimensionalità – gli inserti intercambiabili, con il peso, si allargano e scaricano le forze, seguendo la struttura anatomica copiandone la forma;

- antivibrante – il materiale con cui sono costituiti gli inserti garantisce una maggiore protezione dalle sollecitazioni del terreno e riduzione delle vibrazioni trasmesse dal telaio a favore di una maggiore prestazione grazie a una minore sollecitazione muscolare

Come rilevare eventuali scompensi:

- Posizionare il coprisella con sensori sulla sella

- Collegare i sensori all’applicazione di rilevazione dati

- Salire in bicicletta e iniziare a pedalare

- Confrontare i dati con il proprio biomeccanico o con il proprio negoziante di fiducia opportunatamente formato

- Inserire gradualmente gli spessori all’interno degli appositi alloggiamenti nel fondello per ridurre prima e annullare poi lo scompenso.

Mauro Testa e Biomoove Lab

Mauro Testa, responsabile scientifico di Biomoove Lab, vanta numerose collaborazioni che lo hanno visto coinvolto come inventore e ricercatore presso Università, Centri di Ricerca, Aziende e Società Sportive di tutto il mondo. Numerosi i brevetti scaturiti dalle sue idee tra cui: il Distal-Jet, un dispositivo utilizzato per la distalizzazione dei molari superiori, tuttora molto diffuso in ortodonzia; la prima scarpa da calcio con tacchetto rotante per prevenire traumi e infortuni, commercializzata dalla Lotto; gli interni dell’ETR 1000, il nuovo Frecciarossa. Il genio di Mauro è stato fondamentale anche nell’atletica: grazie al suo contributo la Mondo, ha sfruttato alcune sue idee nella costruzione delle piste di atletica utilizzate alle Olimpiadi di Pechino 2008 e Londra 2012; piste che hanno visto l’abbattimento di numerosi record Mondiali. Mauro ha lavorato come biomeccanico per il Parma Calcio, introducendo un protocollo di prevenzioni infortuni riconosciuto dalla UEFA.

Attualmente Mauro Testa è ricercatore presso la FIFA per uno studio riguardo le superfici dei campi da calcio. Inoltre, è biomeccanico del Bologna FC. Infine, attraverso Biomoove Lab, Mauro posiziona in bici numerosi ciclisti, tornando così alla sua vera grande passione, ovvero il ciclismo che ha praticato a livello amatoriale da ragazzo e che ancora oggi lo vede impegnato giornalmente. Da qui la collaborazione con Biemme per lo sviluppo di nuovi prodotti atti a migliorare l’efficienza dell’atleta.

About Maurizio Bertinato e Biemme

Biemme è un marchio italiano fondato per mano di Maurizio Bertinato nel 1978; oggi è leader nel campo dell’abbigliamento tecnico da ciclismo. Fin dall’inizio l’azienda si è avvalsa della collaborazione di campioni del ciclismo e si è impegnata nella sponsorizzazione di team professionistici.

Un laboratorio all’interno dell’azienda studia e progetta i prodotti per poi testarli con atleti di vari livelli e, infine, li perfeziona prendendo spunto dalle loro indicazioni.

Non solo per professionisti: ciclisti di vari livelli hanno bisogno di capi differenti. Ecco perché Biemme propone linee che vanno dal ciclo turista al professionista delle due ruote. Biemme, nei suoi quasi 30 anni di storia, è stata più volte portatrice di innovazione, basti pensare al primo fondello in tessuto realizzato nel 1984 e, oggi, diventato di uso comune; al primo pantalone da ciclo totalmente termosaldato o all'introduzione del filato di carbonio nei tessuti per migliorare la termicità corporea.

L’anno della svolta è il 2009 all’insegna della nuova filosofia aziendale “Essence of Cycling” con la quale si vuole dedicare maggiore attenzione all’atleta dotandolo di capi perfetti per forma e funzionalità.